Vacanze all'Isola dei Gabbiani

Le recensioni del libro

 

Ben diverso dal contestatario Pippi Calzelunghe, questo libro celebra la famiglia, raccontando con freschezza una storia comune, e tratteggia magistralmente i diversi caratteri, i conflitti tra fratelli, i problemi della crescita, il valore dell'amicizia. La trama si snoda sul filo del quotidiano, e il fascino del Melkerson è tutto nel loro pensare positivo, capaci come sono di affrontare le avversità con spirito sereno, di godere dell'esistenza e di porre in cima alla gerarchia dei valori l'affetto e il rispetto reciproci. Arrivato in Italia nel 1972, tradotto da Laura Draghi e Aria Torikko per la Vallecchi, torna in libreria nel 1994 nei «Superistrici» Salani, con le illustrazioni di Grazia Nidasio. Nella prima edizione compaiono le immagini della serie tv della SF Production AB di Stoccolma, che andarono in onda sulla Rai. (Teresa Buongiorno, Dizionario della letteratura per ragazzi, Fabbri Editore 2001, p. 487).
L'autrice di "Pippi Calzelunghe" qui adotta uno stile diverso: leggero, rapido, fitto di personaggi legati dall'affetto per un luogo ma soprattutto per una casa, la Casa del Falegname. Un atto d'amore per la natura e il paesaggio nordici. Inoltre due bellissime figure di bambini, Pelle e Melina, non fanno sentire la mancanza di Pippi.

Segnalazione tratta da: Ragazzi d'Europa. Narrativa tradotta in Italia con una sezione di saggistica, a cura di Carla Ida Salviati, Imola, Galeati, 1996.

Un padre con i suoi quattro figli decide di trascorrere l'estate all'isola dei Gabbiani. Il mare, la natura selvaggia e gli abitanti dell'isola conquistano subito tutta la famiglia. Il racconto si sviluppa in una serie di avventure: il primo amore di Karin, la sorella-mamma dei tre ragazzi, le escursioni e le marachelle di Niklas e Johan, la triste sorte del coniglio di Pelle e le comiche avventure dello sbadato padre. 
Vacanze all'Isola dei Gabbiani è un libro composto do giochi, di liete avventure in un'isola dell'arcipelago a nord di Stoccolma, dove uno scrittore va a trascorrere le vacanze con i suoi quattro figli. Ciorven, la più piccola, fa sempre ciò che non dovrebbe fare, come cadere in mare nei momenti meno opportuni, magari vestita a festa, e così via...