TitSrSom.gif (15970 byte)
 

Nel 1680, il Padre Somasco Gianandrea Tiboldi, a Genova, ove allora era Parroco di S. Maria Maddalena, fondava la Congregazione delle Suore Somasche Figlie di S. Girolamo.

Per oltre 200 anni esse limitarono la loro attività entro i confini della Parrocchia della Maddalena, per la quale furono una vera benedizione dei Signore. Umile nella nascita e nascosta lungo il corso dei secoli fu la loro vita e il loro apostolato. Ma quel seme gettato da una mano d'apostolo e dal cuore di un Padre, come quello di Girolamo Emiliani, trovò nel nascondimento e nell'umiltà l'umore fecondo per quella trasformazione, per quella morte che è vita, una vita più feconda e ricca di frutti. Il germe era vitale e lo sviluppo non mancò: alla prima casa di Genova, ricovero di orfanelle nei primi anni, scuola elementare e materna poi e centro di attività parrocchiale, dovevano coi tempo aggiungersene altre al servizio della Chiesa nel mondo.

Infatti nel 1930, alcuni Padri Somaschi, fra i quali è doveroso ricordare i Padri Bortolo Stefani e Giovanni Ferro poi Arcivescovo di Reggio Calabria, decisero di dare un nuovo vigoroso impulso alla Congregazione delle Suore, dilatando gli orizzonti della loro attività apostolica. L'aiuto dei Signore si manifestò immediatamente nell'afflusso di nuove vocazioni, alimentate dalla solidarietà fraterna di non pochi confratelli, particolarmente dei P. Cesare Tagliaferro, allora Maestro di Noviziato a Somasca e apprezzato direttore spirituale di molte anime.

 

Mirabili esempi di spirito di sacrificio contrassegnarono il lavoro in quegli anni, in cui si gettarono i semi di un consolante sviluppo.

Nel 1931 troviamo le Suore Somasche a Casale Monferrato, presso il Collegio Trevisio; nel 1935 a Corbetta, nello Studentato filosofico dell'Ordine somasco; nel 1940 a Rapallo, presso l'Orfanotrofio Emiliani.

Dal 1945 il cammino ascensionale della Congregazione delle Suore Somasche non ha conosciuto soste. Nel luglio dei 1948, con l'aiuto e l'assistenza dei P. Giovanni Salvini, fondano a Rapallo il "Nido S. Girolamo"; nel 1951 a Ruta di Camogli (GE) aprono l'istituto "Clotilde Olivari"; nel 1954 istituiscono a Morosolo di Casciago (VA) la Scuola materna "San Girolamo Emiliani"; nel 1955 assumono a Cherasco (CN) la direzione della Casa dell'Orfano "Cesarina Gallaman". Già nel 1951 si erano affiancate ai Padri Somaschi nello studentato filosofico di Camino attendendo alla cura dei giovani Chierici. A S. Margherita Ligure, a Genova in corso Solferino, a Monte Marenzo (BG) sono state aperte confortevoli Case di Riposo a sollievo di persone anziane e sole.

Sensibili ai problemi della Chiesa universale e sollecitate dal Cardinale Somasco Mario Casariego, Arvicescovo di Guatemala, le Suore somasche, hanno voluto, a prezzo di notevoli sacrifici, estendere la loro attività apostolica anche nell'America Latina.